Principe Corsini: blasone del Chianti che strizza l’occhio al bio e vegan

Con l’8° vignaiolo ufficiale presentato per il Villaggio del Vino Artigianale di Enolia 2024, continuiamo a parlare della magia del Chianti…e non solo. Principe Corsini – Villa Le Corti. Acquistata nel 1363 fu poi condotta nel 600 da Bartolomeo Corsini.  Arte, politica e agricoltura attraversano i secoli della  Villa, con la sua maestosa architettura tardo rinascimentale, che ospita l’immenso Archivio Corsini qui trasferito, dopo 3 secoli, da Firenze. La cantina risale al 1600 e da qui provengono i vini delle tenute: Le Corti, Don Tommaso, Fico, Per Filo tra Chianti classico, Gran Selezione e Docg. La scelta della moderna viticoltura del Principe Corsini è quella legata alla natura: oggi, i vini a suo marchio sono biologici e rispettano il disciplinare Vegan. Non si arretra di un millimetro circa il messaggio green e di piacere che vogliamo lanciare.

Chianti e non solo, grazie alla tenuta in maremma che ci offre un excursus anche sui vigneti della costa toscana. L’anno scorso, qui in foto con il premio confezionato da Cynthia Sah della Fondazione Arkard, proprio Principe Corsini vinse la prima edizione di Una Bollicina per l’estate, concorso che continuerà a premiare le bolle e i bianchi più adatti ad un consumo in riva al mare.

PRINCIPE CORSINI FI) – Espositore al Villaggio del vino, mostra e mercato vitivinicolo di qualità ad Enolia 2024 (11-12-13 MAGGIO,  Seravezza).

La Lista in aggiornamento: 1.  Tenuta Maraveja (VI) 2. Marco Verona (Massa) 3. Tenuta Mariani (Lucca)4. Poggio al Chiuso (Firenze)  5 PODERE PELLICCIANO (PISA)6° IL VERZALE (MS) 7. SOLATIONE (FIRENZE), 8. PRINCIPE CORSINI (FI) a breve il 9° vignaiolo

Guarda la lista di tutti i produttori (in aggiornamento): clicca
Torna alla Home