Tenuta Mareli: Daniele Lencioni e la classe dei suoi vini bio

Undicesimo vignaiolo presentato ad Enolia 2024, 11-12-13 maggio Area Medicea di Seravezza (LU). E’ Daniele Lencioni dellq Tenuta Mareli, nobile animo che si è distinto negli anni per una virtuosa teoria e pratica biodinamica che lo ha portato, in poco tempo, a divenire uno degli esponenti di spicco della biodinamica lucchese. Sita in Camaiore la Tenuta Mareli gode poi di vari appezzamenti in lucchesia da cui nascono i rigorosi, precisi e incantevoli vini di Daniele. Straordinario il Pittiere, un rosè che il direttore del Villaggio del Vino, Marco Bellentani ha così recensito sul famoso sito di Luciano PIgnataro: leggi qui. Del resto Tenuta Mareli è soprattutto conosciuta per i rossi:  il Nicodemo e il Remagno. Nel primo il blend di Sangiovese di zona incontra il Merlot e il ciliegiolo e invita ad un rapido consumo, mentre il Remagno dimostra tutta l’abilità di Lencioni di far Sangiovese in questo lembo tra Lucchesia e Versilia. Un  maestro di lavoro certosino, precisione e dedizione al vino: unico. Un altro tassello artigianale e biodinamico al messaggio green di Enolia!

 

TENUTA MARELI (LU) – Espositore al Villaggio del vino, mostra e mercato vitivinicolo di qualità ad Enolia 2024 (11-12-13 MAGGIO,  Seravezza).

La Lista in aggiornamento: 1.  Tenuta Maraveja (VI) 2. Marco Verona (Massa) 3. Tenuta Mariani (Lucca)4. Poggio al Chiuso (Firenze)  5 PODERE PELLICCIANO (PISA)6° IL VERZALE (MS) 7. SOLATIONE (FIRENZE), 8. PRINCIPE CORSINI (FI) 9. RUBIANO (LUNI -SP)  10. Nel Cuore del Frutto (Lu), 11. Tenuta Mareli (LU), a breve il 12° vignaiolo

Guarda la lista di tutti i produttori (in aggiornamento): clicca
Torna alla Home